DL Semplificazioni

DL Semplificazioni: StartUp e PMI innovative, cosa c’è da sapere

Quali sono gli ultimi decreti relativi alle startup e PMI innovative? In questo articolo parleremo del DL Semplificazioni. 

Il DL Semplificazioni ha ritoccato le disposizioni in materia di StartUp e PMI innovative.

Sono diminuiti gli adempimenti che vengono richiesti per mantenere le agevolazioni che vengono concesse a queste categorie di imprese.

Leggi l’articolo sul Decreto Legge Semplificazioni “Tutto quello che c’è da sapere sul Decreto Legge Semplificazioni”.

Fra le misure incluse in questo nuovo DL, entrato in vigore il 13 Febbraio 2019, ce ne sono alcune per semplificare gli obblighi informativi a carico di StartUp e PMI innovative e dunque rendere più veloci e facili gli adempimenti necessari per mantenere le agevolazioni.

Novità per le StartUp innovative

Il DL Semplificazioni per StartUp e PMI innovative ha introdotto nuove misure.

In particolare, è stato eliminato l’obbligo che avevano le StartUp e gli incubatori di aggiornare e pubblicare le informazioni per l’iscrizione alla sezione speciale del registro delle imprese.

Il rappresentante legale della StartUp, dunque, può attestare che continua ad avere requisiti costitutivi non solo entro sei mesi dalla chiusura dell’esercizio, ma anche entro un nuovo termine: 7 mesi, in caso di bilancio consolidato o quando ci sono esigenze particolari della società.

Novità per le PMI innovative

Anche per le PMI innovative sono state disposte delle misure uguali a quelle messe in piedi per le StartUp innovative.

Il Decreto Legge Semplificazioni in merito alle PMI innovative, dunque, snellisce anche il compito delle PMI per gli adempimenti burocratici.

Anche nel caso delle PMI innovative, infatti, è possibile che il rappresentante legale attesti il mantenimento dei requisiti costitutivi dell’impresa entro 6 mesi dalla chiusura di ogni esercizio.

Ulteriore agevolazione è la possibilità di aumentare il termine di presentazione dell’attestazione a 7 mesi nel caso di redazione di bilancio consolidato. Ossia: quando esigenze particolari relative alla società richiedono tale proroga.

Di Mary Roma

Mary Roma Laureata presso l'università Luigi Vanvitelli di Napoli in ingegneria gestionale. Appassionata di Web e di ICT segue con interesse il mondo delle nuove tecnolgie applicate all'industria ed all'impresa.