Manager più ricercati dalle PMI innovative

Credito di imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno – Programma operativo nazionale “Imprese e competitività”

Uno degli incentivi maggiormente apprezzati dalle aziende nel Sud Italia è quello relativo al programma delle Imprese e della competitività. In particolare si parla del Credito di imposta per gli investimenti nel mezzogiorno.

Si tratta di un agevolazione fiscale che può essere utilizzata da tutte le aziende presenti nel sud Italia. Facciamo chiarezza.

Regioni che possono aderire

Basilicata, Abruzzo, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Molise, Sardegna, Abruzzo

Campania

ll POR Campania FESR 2014/2020 contribuisce allo strumento agevolativo “credito d’ imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno” con una dotazione finanziaria pari a 25 milioni di euro a valere sull’Asse 3 del POR Campania FESR 2014-2020, Obiettivo Specifico 3.1 “Rilancio della propensione agli investimenti del sistema produttivo”, Azione 3.1.1”.

Le suddette risorse sono destinate alle PMI che hanno già ricevuto dall’Agenzia delle entrate l’autorizzazione alla fruizione del credito d’imposta.

Con decreto direttoriale 19 aprile 2019 è stata definita la procedura di selezione, ammissione e rendicontazione dei progetti di investimento attuati nelle zone assistite della Regione Campania.

Calabria

Il POR Calabria FESR FSE 2014/2020 contribuisce allo strumento agevolativo “credito d’ imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno” con una dotazione finanziaria pari a 20 milioni di euro sull’Asse III, Obiettivo Specifico 3.1 – “Rilancio della propensione agli investimenti del sistema produttivo”.

Le suddette risorse sono destinate alle PMI che hanno già ricevuto dall’Agenzia delle Entrate l’autorizzazione alla fruizione del credito d’imposta.

Con decreto direttoriale 2 dicembre 2019 è stata definita la procedura di selezione, ammissione e rendicontazione dei progetti di investimento attuati nelle zone assistite della Regione Calabria.

Settore dell’azienda

Le aziende che possono usufruire di tale incentivo operano nei seguenti settori: Commercio, Moda e Tessile, Artigianato, Chimica e Farmaceutica, Elettronica, Meccanica, Salute, Autoveicoli e altri mezzi di trasporto, Metallurgia, Legno e Carta, Edilizia, Agroalimentare, Fornitura Energia, Turismo, Acqua e gestione Rifiuti, Servizi di trasporto, Alberghiero, Ristorazione, ICT, Cultura, Mobili, Altri servizi

Sono escluse le attività del settore della pesca, dell’agricoltura.

Qual è la spesa ammessa?

In questo caso si considera una spesa ammessa a partire da 500.000,00 euro .

Cosa prevede questo incentivo?

Maggiori risorse per il credito d’imposta a piccole e medie imprese delle regioni del Mezzogiorno ottenibile su progetti di investimento riguardanti l’acquisizione di beni strumentali nuovi: nello specifico: Materiali – Impianti/Macchinari/Attrezzature.

Per poter usufruire di questo incentivo è possibile affidarsi ad un’azienda specializzata nella finanza agevolata.

Di Mary Roma

Mary Roma Laureata presso l'università Luigi Vanvitelli di Napoli in ingegneria gestionale. Appassionata di Web e di ICT segue con interesse il mondo delle nuove tecnolgie applicate all'industria ed all'impresa.